Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Treville

Servizi di futura attivazione Servizi on-line Come fare per Elenco Siti Tematici Albo pretorio
Comune di Treville - Comunicazione
Piemonte --- Torino
sabato 06 maggio 2017
Nella Chiesa di San Giacomo a Treville, sabato 6 maggio dalle ore 10 all'una, sarà allestita l'installazione dall'artista casaleseMaria Grazia Dapuzzo. "Quattro parole tutte al femminile: terra, madre, bellezza, tragedia" è il titolo dell'installazione. Il giorno successivo, domenica 7 maggio, sempre la mattina dalle ore 10 in poi, l'artista farà un intervento, sui sacchi vestiti, con dello smalto color rosso.
"Quattro parole tutte al femminile: terra, madre, bellezza, tragedia" è il titolo dell'installazione.
Nella Chiesa di San Giacomo a Treville, sabato 6 maggio dalle ore 10 all'una, sarà allestita l'installazione dall'artista casaleseMaria Grazia Dapuzzo. "Quattro parole tutte al femminile: terra, madre, bellezza, tragedia" è il titolo dell'installazione. L'installazione, costituita da circa trenta sacchi di iuta, altrettante sottovesti di nylon, fibra poliammidica e smalto all'acqua, occuperà il pavimento della Chiesa di San Giacomo. I sacchi di iuta, provenienti da un'antica riseria del vercellese, saranno vestiti con le sottovesti e coricati a terra, l'uno accanto all'altro. Acquisteranno così una forma indefinita. Il giorno successivo, domenica 7 maggio, sempre la mattina dalle ore 10 in poi, l'artista farà un intervento, sui sacchi vestiti, con dello smalto color rosso. La terra è madre, ma anche la donna è madre. I sacchi di iuta rappresentano la terra ma anche la donna, nel momento in cui sono vestiti con le sottovesti. Le sottovesti rappresentano la bellezza. L'intervento con la vernice rossa rappresenta la violenza che è fatta sulla donna e sulla terra madre. L'installazione sarà poi spostata al Castello di Piovera per l'annuale Mostra d'Arte Contemporanea che quest'anno s’inaugurerà il 19 c. m. alle ore 18.
Nella Chiesa di San Giacomo a Treville, sabato 6 maggio dalle ore 10 all'una, sarà allestita l'installazione dall'artista casaleseMaria Grazia Dapuzzo.

"Quattro parole tutte al femminile: terra, madre, bellezza, tragedia" è il titolo dell'installazione.

L'installazione, costituita da circa trenta sacchi di iuta, altrettante sottovesti di nylon, fibra poliammidica e smalto all'acqua, occuperà il pavimento della Chiesa di San Giacomo.

I sacchi di iuta, provenienti da un'antica riseria del vercellese, saranno vestiti con le sottovesti e coricati a terra, l'uno accanto all'altro. Acquisteranno così una forma indefinita.

Il giorno successivo, domenica 7 maggio, sempre la mattina dalle ore 10 in poi, l'artista farà un intervento, sui sacchi vestiti, con dello smalto color rosso.

La terra è madre, ma anche la donna è madre.
I sacchi di iuta rappresentano la terra ma anche la donna, nel momento in cui sono vestiti con le sottovesti.
Le sottovesti rappresentano la bellezza.
L'intervento con la vernice rossa rappresenta la violenza che è fatta sulla donna e sulla terra madre.

L'installazione sarà poi spostata al Castello di Piovera per l'annuale Mostra d'Arte Contemporanea che quest'anno s’inaugurerà il 19 c. m. alle ore 18.