Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Treville

Servizi di futura attivazione Servizi on-line Come fare per Elenco Siti Tematici Albo pretorio
Comune di Treville - Comunicazione
Piemonte --- Torino
domenica 05 febbraio 2017
La Biblioteca Comunale Giuseppe Spina di Treville ha dato ufficialmente il via alle iniziative 2017 rivolte ai bambini con il laboratorio “Cestini d’autore” che si è svolto il pomeriggio di domenica 5 febbraio presso l’abitazione del trevillese Luigi Boltri il quale si dedica “per passatempo” (come lui stesso ama definire questo suo hobby) alla creazione a mano di cestini intrecciando i salici secondo vecchie tradizioni. Un gruppo di 20 tra bambini e ragazzi oltre a genitori e nonni ha sfidato la pioggia mista a neve di questo inizio febbraio per rifugiarsi, accompagnati dai volontari della Biblioteca, all’interno di questo speciale magazzino/laboratorio ai Solìti (frazioncina di Treville a due passi dalla pieve romanica di San Quirico) dove Luigi lavora nelle sere d’inverno a ceste, mangiatoie per uccellini, arredi per i giardini e piccoli oggetti utili in cucina. Con cortesia e disponibilità ha mostrato a grandi e piccoli le prime fasi per la costruzione di un cestino coinvolgendo i ragazzi nel lavoro di intreccio, attività tanto complessa quanto affascinante. Il suo laboratorio trabocca di creazioni già ultimate frutto del suo lavoro invernale che, con i colori caldi e ambrati del salice, sembrano illuminare l’ambiente caldo e accogliente. Nella veranda di Casa Boltri, a due passi da un bel camino acceso nell’adiacente cucina di famiglia, la moglie Enrica e le figlie Annalisa e Silvia hanno contemporaneamente improvvisato un laboratorio per i più piccoli che, sempre intrecciando i salici, hanno creato braccialetti e portamatite lavorando con colle e lustrini. Un’atmosfera insolita e d’altri tempi che ha letteralmente trasportato gli ospiti nel cuore del Monferrato più autentico, reso tanto più vivo dalla lettura di due divertenti fiabe (l’una antica, “I doni della fortuna”; l’altra più recente, “Il pomeriggio della domenica”, che fa parte della raccolta di novelline “I ‘casi’ del Brigadiere” scritte del direttore della Biblioteca Paolo Testa) che hanno volutamente ripreso la tradizione del “racconto nella stalla” di antica memoria. Tutti i bambini (ma anche i ragazzi un po’ più grandicelli) hanno sorriso e partecipato alla lettura, qualcuno di loro cimentandosi anche nella traduzione di alcuni brani della lettura scritti in dialetto casalese. La conclusione dell’incontro è stata affidata ad un’altra trevillese molto speciale, Georgia Nasari, che ha preparato per tutti una magnifica cioccolata calda. Artigianato, fiabe e calde prelibatezze sono state ingredienti perfetti a riscaldare l’inverno delle nostre colline.
domenica 5 febbraio i CESTINI D’AUTORE di Luigi Boltri
La Biblioteca Comunale Giuseppe Spina di Treville ha dato ufficialmente il via alle iniziative 2017 rivolte ai bambini con il laboratorio “Cestini d’autore” che si è svolto il pomeriggio di domenica 5 febbraio presso l’abitazione del trevillese Luigi Boltri il quale si dedica “per passatempo” (come lui stesso ama definire questo suo hobby) alla creazione a mano di cestini intrecciando i salici secondo vecchie tradizioni. Un gruppo di 20 tra bambini e ragazzi oltre a genitori e nonni ha sfidato la pioggia mista a neve di questo inizio febbraio per rifugiarsi, accompagnati dai volontari della Biblioteca, all’interno di questo speciale magazzino/laboratorio ai Solìti (frazioncina di Treville a due passi dalla pieve romanica di San Quirico) dove Luigi lavora nelle sere d’inverno a ceste, mangiatoie per uccellini, arredi per i giardini e piccoli oggetti utili in cucina. Con cortesia e disponibilità ha mostrato a grandi e piccoli le prime fasi per la costruzione di un cestino coinvolgendo i ragazzi nel lavoro di intreccio, attività tanto complessa quanto affascinante. Il suo laboratorio trabocca di creazioni già ultimate frutto del suo lavoro invernale che, con i colori caldi e ambrati del salice, sembrano illuminare l’ambiente caldo e accogliente. Nella veranda di Casa Boltri, a due passi da un bel camino acceso nell’adiacente cucina di famiglia, la moglie Enrica e le figlie Annalisa e Silvia hanno contemporaneamente improvvisato un laboratorio per i più piccoli che, sempre intrecciando i salici, hanno creato braccialetti e portamatite lavorando con colle e lustrini. Un’atmosfera insolita e d’altri tempi che ha letteralmente trasportato gli ospiti nel cuore del Monferrato più autentico, reso tanto più vivo dalla lettura di due divertenti fiabe (l’una antica, “I doni della fortuna”; l’altra più recente, “Il pomeriggio della domenica”, che fa parte della raccolta di novelline “I ‘casi’ del Brigadiere” scritte del direttore della Biblioteca Paolo Testa) che hanno volutamente ripreso la tradizione del “racconto nella stalla” di antica memoria. Tutti i bambini (ma anche i ragazzi un po’ più grandicelli) hanno sorriso e partecipato alla lettura, qualcuno di loro cimentandosi anche nella traduzione di alcuni brani della lettura scritti in dialetto casalese. La conclusione dell’incontro è stata affidata ad un’altra trevillese molto speciale, Georgia Nasari, che ha preparato per tutti una magnifica cioccolata calda. Artigianato, fiabe e calde prelibatezze sono state ingredienti perfetti a riscaldare l’inverno delle nostre colline.
immagine Biblioteca Comunale G. Spina – Treville
La Biblioteca Comunale Giuseppe Spina di Treville ha dato ufficialmente il via alle iniziative 2017 rivolte ai bambini con il laboratorio “Cestini d’autore” che si è svolto il pomeriggio di domenica 5 febbraio presso l’abitazione del trevillese Luigi Boltri il quale si dedica “per passatempo” (come lui stesso ama definire questo suo hobby) alla creazione a mano di cestini intrecciando i salici secondo vecchie tradizioni. Un gruppo di 20 tra bambini e ragazzi oltre a genitori e nonni ha sfidato la pioggia mista a neve di questo inizio febbraio per rifugiarsi, accompagnati dai volontari della Biblioteca, all’interno di questo speciale magazzino/laboratorio ai Solìti (frazioncina di Treville a due passi dalla pieve romanica di San Quirico) dove Luigi lavora nelle sere d’inverno a ceste, mangiatoie per uccellini, arredi per i giardini e piccoli oggetti utili in cucina. Con cortesia e disponibilità ha mostrato a grandi e piccoli le prime fasi per la costruzione di un cestino coinvolgendo i ragazzi nel lavoro di intreccio, attività tanto complessa quanto affascinante. Il suo laboratorio trabocca di creazioni già ultimate frutto del suo lavoro invernale che, con i colori caldi e ambrati del salice, sembrano illuminare l’ambiente caldo e accogliente. Nella veranda di Casa Boltri, a due passi da un bel camino acceso nell’adiacente cucina di famiglia, la moglie Enrica e le figlie Annalisa e Silvia hanno contemporaneamente improvvisato un laboratorio per i più piccoli che, sempre intrecciando i salici, hanno creato braccialetti e portamatite lavorando con colle e lustrini. Un’atmosfera insolita e d’altri tempi che ha letteralmente trasportato gli ospiti nel cuore del Monferrato più autentico, reso tanto più vivo dalla lettura di due divertenti fiabe (l’una antica, “I doni della fortuna”; l’altra più recente, “Il pomeriggio della domenica”, che fa parte della raccolta di novelline “I ‘casi’ del Brigadiere” scritte del direttore della Biblioteca Paolo Testa) che hanno volutamente ripreso la tradizione del “racconto nella stalla” di antica memoria. Tutti i bambini (ma anche i ragazzi un po’ più grandicelli) hanno sorriso e partecipato alla lettura, qualcuno di loro cimentandosi anche nella traduzione di alcuni brani della lettura scritti in dialetto casalese. La conclusione dell’incontro è stata affidata ad un’altra trevillese molto speciale, Georgia Nasari, che ha preparato per tutti una magnifica cioccolata calda. Artigianato, fiabe e calde prelibatezze sono state ingredienti perfetti a riscaldare l’inverno delle nostre colline.