Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Treville

Servizi di futura attivazione Servizi on-line Come fare per Elenco Siti Tematici Albo pretorio
Comune di Treville - Comunicazione
Piemonte --- Torino
domenica 21 agosto 2016
Domenica 21 agosto 2016: Marco Spinoglio (Architetto, Docente al Liceo Artistico “Cottini” di Torino): “Nuovi paesaggi dell’architettura contemporanea”
Marco Spinoglio (Architetto, Docente al Liceo Artistico “Cottini” di Torino): “Nuovi paesaggi dell’architettura contemporanea”
nell'ambito degli INCONTRI FRA ARTE E SCIENZA organizzato COMUNE di TREVILLE e dalla BIBLIOTECA CIVICA “GIUSEPPE SPINA” presso la COLLEZIONE CIVICA “MARIO SURBONE” Casa Devasini, Via Roma 6, Treville (AL) Ore: 17,30 / 19,00 Ingresso libero
Domenica 21 agosto 2016: Marco Spinoglio (Architetto, Docente al Liceo Artistico “Cottini” di Torino): “Nuovi paesaggi dell’architettura contemporanea”

Marco Spinoglio
CV sintetico

Nato a Casale Monferrato (AL) il 28/07/1960, diplomato nel 1978 al Liceo Artistico “Luigi Canina” di Casale, laureato in Architettura nel 1984 al Politecnico di Torino con una tesi sulle “Prospettive della prefabbricazione aperta” (consulente G. Ciribini, relatore G. Cavaglià), ha svolto la libera professione di architetto in provincia di Torino e in Monferrato; ha frequentato per due anni dal 1987 al 1989 i corsi della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino con S. Givone, G. Vattimo, D. Marconi e altri;
dal 1992 Docente di Discipline geometriche, architettoniche, arredamento e scenotecnica presso il Liceo Artistico Statale “Renato Cottini” di Torino, dove insegna tuttora Discipline progettuali, architettura e ambiente; attualmente sta sviluppando studi sulla didattica multimediale dell’architettura moderna e contemporanea.

Argomento della conferenza (21 agosto 2016):
Nuovi paesaggi dell’architettura contemporanea
Partendo dal concetto tradizionale di paesaggio, sviluppatosi nella pittura a partire dal tardo Rinascimento fino alle interpretazioni architettoniche e urbanistiche di Wright e le Le Corbusier, si cercherà di delineare sinteticamente e con alcuni esempi importanti le attuali scuole del pensiero architettonico contemporaneo, le quali tendono da una parte sempre più ad eliminare la dicotomia tra città e campagna, tra paesaggio urbano e paesaggio rurale, per giungere al “continuum antropizzato” e razionalmente controllato e dall’altra ad una sempre maggiore attenzione all’inserimento di nuovi edifici ecosostenibili nel tessuto delle città storiche in modo da rinnovarle e rivitalizzarle.