Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Treville

Servizi di futura attivazione Servizi on-line Come fare per Elenco Siti Tematici Albo pretorio
Comune di Treville - Storia
Piemonte --- Alessandria
COSA VEDERE
immagine

Simbolo del paese è la chiesa parrocchiale di S. Ambrogio, luogo panoramico d'eccezione, costruita tra il 1772 ed il 1783 su disegno dell'ingegnere Evasio Andrea De Giovanni. Sul piazzale antistante è posizionato un potente binocolo. Il luogo su cui sorge la Parrocchiale è ancora oggi denominato “Il Castello”, per la probabile presenza in tempi antichi di un palazzo signorile, con annessa cappella, probabilmente riconducibile all’attuale cappella invernale.

Nella parte bassa del paese, è situata la chiesetta di S. Giacomo, antico luogo di culto e sede di Confraternite, sorta a guisa di chiesa di guardia alle porte dell'abitato.

Altra "icona" è la chiesetta campestre romanica di San Quirico, una delle poche ancora esistenti nel Basso Monferrato, risalente al XII sec e ubicata sul crinale a Nord del paese.

Le frecce bianco-rosse disseminate nella campagna trevillese, conducono lungo il sentiero n° 713 del catasto della Provincia di Alessandria, tracciato da P. Pigozzo e A. Rota. Il percorso attraversa un tratto di campagna tra i più ridenti del Monferrato. Dalla Piazza Devasini si raggiungono la chiesa di S. Quirico, gli antichi bolli per la canapa, i resti di un antico mulino e finalmente la fontana solforosa, ora abbandonata, ma antica meta di scampagnate e danze. Da qui si risale per il paese valicando il Bric dla Crus (della croce), suggestivo punto panoramico.

Treville gode di un microclima favorevole con temperature che, escluso il periodo estivo, sono di circa 2 gradi superiori a quelle dei comuni limitrofi. Questo permette coltivazioni significative tra cui i carciofi ed i capperi, tradizionalmente considerati una specialità. Inoltre l'area vitivinicola iscritta alle DOC è una delle più elevate della Provincia di Alessandria.

Ulteriori notizie sono visibili nel sito: www.comunetreville.it


What to see

Symbol of the township is the parish church of S. Ambrogio, exceptional panoramic site (there is a binocular situated in the adjacent square), built between 1772 and 1783 on a design by the engineer Evasio Andrea De Giovanni. The Parrish site is still called “The Castle”, due a probable building existing in the past.

In the lower part of the village, we can find S. Giacomo, ancient place of cult, and seat of Confraternity, that rose like a guard church at the village gate.

immagine

Another “icon" is the Romanesque country church of San Quirico, located on the hill North of the village. It’s one of the few still standing today in Basso Monferrato, dating back to the XII century.
The white-red arrows spread around the countryside of Treville, lead along trail n° 713 of the registry of the Province of Alessandria, marked out by P. Pigozzo and A. Rota. The track crosses one of the most charming sections of countryside in the Monferrato zone. From Piazza Devasini you can reach the church of S. Quirico, the ancient hemp seals, the remains of an old mill and finally the sulphur fountain, now abandoned, that was an old destination for picnics and dances. From here, climb back up to the township, crossing the Bric of the Cross, a suggestive scenic point.

Treville enjoys a favourable microclimate and except in summer the temperatures are about 2 degrees higher than in the surrounding municipalities. This allows for significant crops like artichokes and capers, traditionally considered a speciality. It is also a winegrowing area, registered as DOC, and is one of the highest in the Province of Alessandria .

More news are visible in the website: www.comunetreville.it